Skincare routine coreana: less is more?

Da alcuni mesi spopola tra le beauty guru del web un decalogo, nato in Corea del Sud diversi anni or sono, sul trattamento della pelle, rigorosamente da effettuarsi due volte al giorno.

La routine coreana prevede una prima fase di pulizia intensiva e di preparazione del viso e una seconda di trattamento da modulare in base alle esigenze della pelle.

Principale sostenitrice dell’utilizzo della routine coreana la blogger, estetista e imprenditrice coreano-statunitense Charlotte Cho.

Premesso che sono sempre molto curiosa e aperta alle novità, mi domando se possa essere una buona idea affidare la salute della propria pelle a protocolli standardizzati. Ciò che la nostra pelle esprime e racconta è il risultato del nostro stile di vita, della nostra alimentazione, del nostro rischio UV, della nostra esposizione all’inquinamento atmosferico, persino delle nostre emozioni, del nostro sistema immunitario, delle nostre patologie sistemiche. La personalizzazione del proprio protocollo skincare a mio parere è ciò che meglio paga in termini di qualità, salute e bellezza della pelle.

COSA NON MI CONVINCE DELLA ROUTINE COREANA.

  • L’utilizzo quotidiano dell’esfoliante: anche scegliendo quello a grana più fine si rischia di “grattare” via la componente lipidica di ceramidi che sono a naturale protezione della pelle e, per chi ha pelle sensibile o con couperose, tutto ciò si traduce in un aumento della reattività cutanea e dei rossori.
  • Il layering esasperato con cosmetici “potenziatori” a texture diverse (essenza e siero) e ancora poco diffusi in Europa.

COSA MI PIACE DELLA ROUTINE COREANA.

  • L’utilizzo di prodotti di pulizia sia a base oleosa che acquosa: piace anche a me mixare prodotti per la detersione di diversa natura per aumentare la sensazione di pulizia e rimuovere efficacemente trucco idrosolubile e trucco waterproof.
  • L’utilizzo del filtro solare: finalmente la giusta importanza alla fotoprotezione tutto l’anno (italiane, qui c’è solo da imparare!).

I DIECI STEP DELLA BEAUTY ROUTINE E I MIEI CONSIGLI PER GLI ACQUISTI:

  1. Rimozione del make-up e pulizia con uno struccante in olio.

171-huile-demaquillante-ambiance_1

Vi consiglio l’utilizzo dell’Huile de soin démaquillant di Caudalie; caratterizzato da una formulazione 100% naturale, con oli di vinaccioli di uva, mandorle dolci e ricino.

Applicatelo massaggiando delicatamente il viso e sugli occhi aiutatevi con un tamponcino di cotone.

 

 

 

 

 

2. Applicazione di un detergente a risciacquo (gel o spuma).

sku_851150856_1

Il mio preferito è l’Eau de Mousse Micellaire di Nuxe, che ha il giusto equilibrio tra agenti schiumogeni e agenti idratanti e lenitivi (glicerina e allantoina).

Con acqua di Rosa di Damasco e oltre l’84% di sostanze di origine vegetale, va applicato con un leggero massaggio e va risciacquato con acqua tiepida.

 

 

3. Esfoliazione.

Uno dei migliori trattamenti esfolianti che abbia mai usato è stato il trattamento microdermoabrasione di Resultime, con polvere di quarzo, vitamina C e polvere di bambù che purtroppo non può e non deve assolutamente essere inserito in questa routine quotidiana, onde evitare di danneggiare troppo la pelle. Impiegatelo una volta alla settimana: ne rimarrete entusiaste! Leviga ed esfolia i pori in profondità lasciando la pelle morbida come quella di un bambino.

Soin-Microdermabrasion-resultime

Per chi vuole sperimentare l’esfoliazione quotidiana consiglio il Gommage Surfin Physiologique di La Roche Posay, senza sapone, senza alcol e senza parabeni, con delle particelle esfolianti delicate e non troppo abrasive.

la-roche-posay-2174

4. Utilizzo del tonico.

E’ da preferirsi un tonico senza alcol che non solo completi la pulizia del viso ma lenisca anche eventuali rossori e reidrati. Il tonico Physiopure di SVR contiene magnesio, oligoelemento coinvolto da cofattore in svariati processi enzimatici cellulari.

SVR_Physiopure_t_557ae131bfc84

5. Utilizzo di una maschera.

Ottime ma non proprio economicissime quelle in tessuto di Isdin. Tutte le Maskream hanno un supporto in idrogel con tecnologia a lento rilascio in grado di idratare, purificare, contrastare le discromie e contrastare il processo di invecchiamento.

index La particolarità di queste maschere è che dopo la posa di 20 minuti queste non vanno risciacquate e ciò può risultare utile a saltare uno dei due step successivi.

6. e 7. Utilizzo di un’essenza e di un siero.

L’essenza è ancora poco presente sugli scaffali delle farmacie e consiste in un prodotto che unisce una ricca formulazione ad una consistenza leggera, avente come scopo quello di reidratare la pelle in profondità. Il siero invece è un pretrattamento che funge da booster della crema che andremo successivamente ad applicare.

Si può ovviare alla mancanza di essenze sul nostrano mercato cosmetico associando l’utilizzo di due sieri con funzioni diverse.

magnificence-serum-rouge-rivitalizzante-intensivo-rughe-perdita-di-tonicita-e-diluminosita-reflexion

Lierac diversi mesi fa ha proposto dei cofanetti ispirati proprio al layering cosmetico che osserviamo in questi due step, associando il siero idratante e ossigenante Hydragenist al siero antiage Magnificence.

Forse eviterei di usare il siero Magnificence per il fatto che contiene alfa-idrossiacidi e potrebbe risultare irritante su una pelle già provata da trattamenti aggressivi (es. maschera depigmentante e scrub).

Dopo il siero reidratante, sicuramente già ricco di acido jaluronico, potrebbe risultare utile un trattamento senza retinolo e senza acidi e sostanze cheratolitiche di alcun tipo. Ho pensato al concentrato Factor G Renew di Sesderma.

factor-g-facial-serum-antienvejecimiento-30mlLa formulazione contenente fattori di crescita di origine 100% vegetale, peptidi mimetici, cellule staminali di Malus domestica, centella asiatica, quercetina, ergotioneina, pterostilbene e vitamina E è davvero completa e utile ai fini della rigenerazione cutanea.

Vanno usate solo quattro gocce per tutto l’ovale del viso.

8. Applicazione del contorno occhi.

Volendo esasperare al massimo l’avanguardia della routine si possono adoperare sia il siero occhi che il contorno occhi vero e proprio. Ad esempio io trovo ottimo l’utilizzo del siero Liftactiv occhi e ciglia di Vichy ma risulta non bastevole ai fini dell’idratazione delle palpebre e lo faccio seguire dal Liftactiv occhi soin. Acido jaluronico, ceramidi e ramnosio, uno zucchero estratto dalla linfa di betulla, sono gli attivi idratanti e filler presenti in entrambi i trattamenti.

index

9. Applicazione della crema viso.

Consiglio per comodità di acquistare un’unica crema 24 ore in modo da ridurre le referenze da tenere nell’armadietto dei cosmetici; sicuramente una delle migliori presenti in commercio è l’Hydra-filler di Filorga.

hydra_fillerCome tutti i prodotti Filorga contiene un complesso brevettato chiamato NCTF contenente 12 vitamine, 23 amminoacidi, 6 coenzimi, 5 acidi nucleici, 6 minerali e 2 agenti riduttori, ovvero tutto quel substrato biochimico indispensabile per il corretto funzionamento cellulare, veicolati attraverso cronosfere; l’acido jaluronico frammentato e quello ad alto peso molecolare espletano la duplice azione di idratazione e di riempimento delle rughe. Tutto ciò rende l’Hydra-filler il trattamento da preferire dopo una routine così impegnativa.

10. Applicazione della protezione solare.

Per non ingrassare troppo la pelle il solare può essere anche una comoda acqua spray da portare sempre con sè, come lo spray 50+ Anthelios di La Roche Posay.

anthelios-spf50-viso-mist-75ml-invisibile

2 Comments

    1. Giuliana C.

      ottimo!
      io soffro di couperose e purtroppo so già di non poter esfoliarmi tutti i giorni. ma già adottavo la pulizia multistep (olio e schiumogeno) dato che fare la solita pulizia del viso col vapore per me è assolutamente off-limits.

      Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...